Quali piastrelle del bagno scegliere

Questa settimana ci sono arrivate numerose richieste in merito alla sostituzione di sanitari e piastrelle del bagno e quindi questo post viene un po’ da sé.

Iniziamo subito con lo specificare che in merito alla detrazione fiscale, se i lavori si limitano alla sostituzione della rubinetteria, delle piastrelle del bagno o alla ritinteggiatura non è prevista alcuna detrazione  perché sono considerati come interventi di manutenzione ordinaria.

banera-almond-negro

www.porcelanosa.com

 

Sono  considerati, invece, lavori di  manutenzione straordinaria, il rifacimento dell’impianto idrosanitario, elettrico, lo spostamento di tramezze ecc. quindi si può beneficiare della detrazione fiscale.

Sul sito di Leroy Merlin c’è una guida per posare le piastrelle in autonomia

Non è consigliabile applicare le nuove piastrelle sopra quelle vecchie né per un motivo estetico né per lo spessore.

Sul mercato esistono diversi modelli, formati, colori e listelli di piastrelle per il bagno: potete davvero sbizzarrirvi per creare il bagno dei vostri sogni.

Se è vero che le piastrelle sono disponibili in tante fantasie e colori, non vale lo stesso discorso per materiali.

Ecco quelli principali e più utilizzati.

39b8b9d13acaba6ec2416328e514b90b

2780182a6cc3df0d0dfd3d7444791b50

Pavimenti in gres porcellanato:

Il gres porcellanato è il materiale ideale per la realizzazione di piastrelle per pavimenti. Dotato di grande resistenza, il gres porcellanato è impermeabile all’acqua perciò ingelivo e quindi adattissimo all’utilizzo anche per pavimentazioni esterne.

Il materiale ceramico più resistente e duttile, con cui creare ambienti classici o più moderni ma sempre in linea con le ultime tendenze del design.
Pavimenti in gres porcellanato sottile:
Il gres porcellanato sottile è un prodotto che oltre alle caratteristiche tecniche proprie del gres offre i vantaggi propri di uno spessore di soli 3 mm, quali la leggerezza e la facilità di trasporto e movimentazione.

Questa è la tipologia ideale di pavimento per le ristrutturazioni: oltre che sui nuovi massetti, può essere posato su pavimenti e rivestimenti esistenti, senza la necessità di demolire.

www.iperceramica.it

www.iperceramica.it

Pavimenti in PVC

Il PVC è un materiale usato in moltissime applicazioni industriali e commerciali e da anni nell’edilizia per la realizzazione di pavimenti.

I vantaggi di un pavimento in PVC sono la resistenza all’usura e all’acqua che lo rendono utilizzabile in qualunque ambiente, la facilità di posa (anche in fai da te), lo spessore minimo che ne fa una soluzione ideale per sovrapposizioni, la possibilità di imitare qualunque superficie (parquet, pietra, marmo).