Pro e contro del pavimento in resina

Negli ultimi anni c’è stato un incremento nell’utilizzo della resina per la pavimentazione. Sempre più persone preferiscono la resina ad altre soluzioni come il marmo o il parquet.

Generalmente la richiesta proviene da persone giovani, più attenti alle tendenze  e alle ultime mode. Infatti la resina è molto utilizzata nei locali, showroom, bar e ovviamente in residenze private.
Ecco un esempio di un pavimento in resina che abbiamo posato in un attico ristrutturato:
A seconda del risultato finale che si vuole ottenere è possibile creare una superficie ruvida o completamente liscia anche in base alle esigenze di pulizia richieste.
Il pavimento in resina è resistente e durevole nel tempo, resiste a lungo alle sollecitazioni sia chimiche che fisicheUn altro fattore positivo della resina è il basso spessore che in fase di ristrutturazione evita di dover operare su porte. Importante sottolineare che può essere sovrapposta ai pavimenti esistenti, evitando la rimozione degli stessi con notevole risparmio di tempo e denaro.

www.materiaapplicata.it

Oltre al basso spessore, dobbiamo sottolineare anche l’alta conducibilità termica e la su unicità: non esistono pavimenti in resina identici.
In base alle esigenze estetiche del cliente e alla scelta dei materiali, si possono ottenere molti effetti decorativi: dallo spatolato al nuvolato.
 
La superficie in resina è impermeabile e senza fessure, di conseguenza avremo una maggiore pulizia e un’igiene superiore rispetto alle altre superfici. Le resine correttamenteapplicate sono inodori, atossiche e non presentano emissioni nocive.
L’invecchiamento generato da graffi, abrasioni, cadute accidentali di oggetti è parte integrante del prodotto ed è un processo normale. Inutile dire che questo succede  anche con altre tipologie di pavimentazioni.
 
Probabilmente il più grosso problema legato alla resina è la limitata resistenza ai raggi UV, che ne determinano l’ingiallimento precoce. Ma oggi esistono additivi antiUV ritardanti, capaci di preservare nel tempo l’aspetto cromatico originale del pavimento, ma non eliminano il problema.